reboliniPVC0074-ph-giuseppe-macorSmall.jpeg

Bruno Rebolini

nuovo presidente del CdC RAEE

ARRIVIEPARTENZE

Luglio 2020 - Il Consiglio di Amministrazione di ESPRINET ha nominato Direttore Generale Giovanni Testa con decorrenza 27 luglio 2020. Nato a Milano, il 26 maggio 1968, dopo la laurea in Giurisprudenza, Giovanni Testa inizia la sua carriera lavorativa nell’ambito del controllo di gestione. Con il suo ingresso in Esprinet è stato in grado di migliorare ulteriormente le sue competenze in materia di credito, tesoreria e data-warehouse. Nel corso degli anni, grazie alla sua esperienza nel controllo di gestione e nell'area del credito, sviluppa eccellenti rapporti con clienti e fornitori del Gruppo, lavorando direttamente con la direzione commerciale. A novembre 2016 è stato nominato Business Operations Manager del Gruppo Esprinet con 5 direzioni commerciali a suo diretto riporto.

PUBLIEDIMDOTCOM

Elettronica di consumo. Per definizione.


facebook
linkedin
instagram
lapubliedimlogobiancocopia

facebook
linkedin
instagram
image-256unnamed2115-unnamed

La Publiedim Srl - P.IVA: 05612980960 - REA: 1834659   -   Copyright 2020 © PUBLIEDIM.COM - All Right Reserved

 

Si allenta il ban su Huawei?

30-10-2020 09:36

Publiedim

Si allenta il ban su Huawei?

Secondo il Financial Times, gli Usa potrebbero consentire ai produttori statunitensi di vendere chip al colosso cinese, basta che non siano legati al 5G

huaweip40-1604050571.PNG

Il Financial Times riporta indiscrezioni che potrebbero rappresentare una boccata di ossigeno per Huawei messa in difficoltà dal Ban dell’amministrazione Trump. Secondo il portale del quotidiano statunitense delle fonti ben informate da Washington hanno affermato che Stati Uniti stanno consentendo a un numero crescente di produttori di chip di fornire a Huawei componenti a patto che questi non vengano utilizzati per il suo business 5G. Pare che il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti abbia detto alle aziende che anche se le licenze per la fornitura di Huawei sono gestite con un'ottica di negazione, questo può essere superato se si può dimostrare che la propria tecnologia non supporta il 5G e che quindi i chip per dispositivi mobili non sarebbero un problema. Questa, oltre allo sblocco di altre forniture annunciato, potrebbe essere una buona notizia per Huawei anche se mancano conferme ufficiali.

download1-1604050593.png
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder